Cos'è il SEO? Parola a 50 esperti 4

Cos’è il SEO? Parola a 50 esperti

L’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), secondo la definizione è quel processo di ottimizzazione di un sito Web che apparirà in posizioni di rilievo nei risultati organici dei motori di ricerca. La SEO richiede una comprensione di come funzionano i motori di ricerca, di cosa cercano online le persone, del perché e del come le persone effettuano ricerche.

Il SEO di successo rende un sito attraente sia per gli utenti che per i motori di ricerca, mettendo assieme una combinazione proficua di tecnica e marketing. In realtà comunque, non esiste un’unica definizione di SEO.

Ecco perché un sito estero ha preso contatto con oltre 50 esperti SEO chiedendo loro come avrebbero definito l’ottimizzazione dei motori di ricerca. Tutte le risposte e prospettive dei singoli esperti sono uniche e nessuna di queste definizioni di SEO risulta errata.

Ecco come questi professionisti SEO affermano che dovremmo rispondere alla domanda “che cos’è il SEO?”

Benj Arriola / Direttore SEO, Myers Media Group

Google sviluppa e migliora continuamente il proprio algoritmo per creare una macchina sofisticata che apprende man mano che cresce; più impara, meno umani possono comprendere. Nel corso degli anni, le strategie SEO si sono evolute nel tentativo di tenere il passo con le modifiche e gli aggiornamenti dell’algoritmo di Google con l’uso dell’apprendimento automatico e della scienza dei dati. Questo è il SEO oggi.

Eppure alcune cose non cambiano mai, un fattore rimane costante: Google si è sempre concentrato sulla qualità e sui contenuti utili che gli utenti amano leggere, guardare, ascoltare e condividere. Con contenuti di qualità che avvantaggiano l’utente che viene inteso quale punto focale dell’algoritmo di ranking di Google, è fondamentale rendere prioritaria la SEO durante la produzione di contenuti.

Loren Baker / Fondatore, Journal dei motori di ricerca

SEO è la definizione che mette insieme una strategia operata in tre step e che include:

  • L’attuale ottimizzazione tecnica di un sito Web atta a garantire che Google sia in grado di leggere e indicizzare correttamente le pagine destinate a Google, le sue classifiche desktop e mobili e altri motori di ricerca, e ciò convive con una continua innovazione per la ricerca e l’usabilità dei consumatori tramite soluzioni come AMP, Schema e rich snippet.
  • L’inclusione di contenuti a livello transazionale, che hanno fini informativi e di pubblicazione sui siti Web, in modo che consumatori e motori di ricerca possano facilmente definire una pagina o una sezione del sito, la sua importanza e rilevanza per le query e gli argomenti di ricerca naturali. La navigazione fa parte della strategia dei contenuti, quindi l’interconnessione svolge un ruolo importante.
  • La capacità di promuovere contenuti condivisibili e che supportano gli obiettivi SEO sopra menzionati. La condivisione di contenuti attraverso iniziative di sensibilizzazione, pubbliche relazioni, creazione di link e amplificazione porta all’ottimizzazione dei segnali provenienti da siti autorevoli, il che in termini ancor più semplici significa ottenere ottimi collegamenti che Google possa apprezzare e quindi sponsorizzare (indicizzazione).

Aleh Barysevich / Fondatore e CMO, Link Assistant

SEO oggi significa fare le scelte giuste sulla base di tonnellate di dati SEO estremamente accurati, tenendo conto delle ultime tendenze di Google e avendo buon senso. Operazione semplice ma non facile!

C’è anche la tendenza per la SEO a fondersi con il performance marketing andando a perdere il suo ruolo di disciplina autonoma.

Seth Besmertnik / CEO, direttore

SEO è dare valore ai tuoi clienti. Se sai di cosa hanno bisogno o cosa desiderano i tuoi clienti e lo dai a loro, vincerai la “battaglia” in SEO.

C’è solo un algoritmo che conta: i tuoi clienti – e i loro cuori, le loro menti e le loro anime.

Andy Betts / Executive e CMO Adviser

La SEO fornisce una reale opportunità di ridefinire il suo ruolo di punto cardine nello stack di marketing moderno. C’è un’opportunità per i marketer di ricerca di allinearsi e integrarsi attraverso i canali di comunicazione di contenuti, digitale e di marketing.

La convergenza di contenuti e SEO rappresenta un’enorme opportunità per i marchi di convertire il successo della ricerca organica e abbattere lo stigma un tempo associati al lato oscuro del settore.

Il SEO, da solo, non è abbastanza per garantire il successo e il content marketing, da solo, non è sufficiente, la ricerca e il contenuto insieme creano una migliore esperienza per il cliente e vi sono enormi opportunità di mercato per gli esperti di marketing che stanno collegando i punti per giungere al disegno finale.

Alan Bleiweiss / Alan Bleiweiss Consulting

La SEO è il processo che aiuta i crawler e gli algoritmi di ricerca ad ottenere l’accesso, la comprensione e la sicurezza formali massimizzati sul fatto che “questa pagina è la scelta migliore per questa query di ricerca“.

In fin dei conti, anche questo aiuta gli utenti a scoprire i tuoi contenuti e a farlo in un modo che infonda loro fiducia nel fatto che “questo è quello che stavanoo cercando”.

Chris Boggs / Fondatore, Web Traffic Advisors

La SEO continua a voler forzare l’ottimizzazione completa delle basi del “blocco e del contrasto”: processi, comprensione del canale e politica sono spesso di ostacolo. La comunicazione continua a rappresentare un problema dal punto di vista medio-aziendale, con i team che non sono disposti o non sono in grado di lavorare insieme in modo efficiente per soddisfare il 90% delle raccomandazioni SEO.

Per quanto riguarda le PMI, vi è un’alta aspettativa relativa alle prestazioni SEO, ma spesso un’incapacità di completare (o pagare per completare) le ore dedicate al miglioramento di contenuti, collegamenti o “branding online”, che sono tutti importanti per aumentare le prestazioni va ad inficiare il lavoro svolto.

La “riluttanza” ad entrambe le estremità dello spettro deriva da un’ingenuità generale circa il livello di sforzo richiesto per far funzionare la SEO, specialmente in spazi moderatamente competitivi.

Michael Bonfils / Global Managing Director, SEM International

Da un punto di vista globale e multilingue, quando si fa SEO in più lingue e culture, solo uno specialista SEO di madrelingua comprenderebbe veramente i comportamenti, l’utilizzo e i tipi di parole chiave che rispondono al proprio mercato.

Katya Bovykina / Responsabile marketing digitale, Risolutore

La SEO per me riguarda contenuti di valore e partnership significative. Per vincere il gioco SEO nel 2017, dovevi fornire informazioni utili, pertinenti, accurate e recenti.

Se lo combini con la costruzione di relazioni online, otterrai un vantaggio competitivo molto forte. C’è molto poco spazio per schemi come l’arricchimento rapido, e questa è una buona cosa.

Clark Boyd / Consulente di marketing digitale

La ricerca implica il requisito di una risposta. Finché le persone hanno domande, quelle che forniscono le risposte migliori e più veloci prospereranno.

Oggi la tecnologia ci consente di offrire l’essenza più pura del SEO. Che si tratti di uno schermo mobile o di un assistente domestico digitale, il nostro compito è garantire che i nostri contenuti possano essere scoperti e pubblicati nel modo più semplice possibile. L’aggiunta di AI e machine learning negli algoritmi di ricerca significa che non ci sono scorciatoie per il successo; il miglior contenuto inizia a salire verso l’alto nel tempo.

Il successo non significa più solo lavorare sulle classifiche elevate di Google, poiché la proliferazione di dati e dispositivi serve a decentrare la fonte di molte ricerche. Dobbiamo quindi adattare la nostra prospettiva sul SEO come canale di acquisizione, ed i nostri modi di misurare l’impatto della campagna hanno un estrema valenza.

Coloro che tengono d’occhio le verità fondamentali e durature del SEO mentre si adattano a così tanto flusso otterranno i migliori risultati. Le persone hanno ancora bisogno di risposte, dopo tutto.

Winston Burton / VP di SEO, Acronimo Media

La SEO consiste nel fornire agli utenti finali un’esperienza di contenuto positiva al momento giusto del loro percorso attraverso piattaforme e dispositivi diversi.

Doc Sheldon Campbell / Fondatore, Intrinsic Value SEO

Comprendere ciò che è efficace nel SEO oggi richiede una comprensione più profonda che mai di come funziona la ricerca. Ovviamente, non tutti sono ingegneri della ricerca, quindi può esserci una semplificazione per capire qual è l’obiettivo primario dei motori di ricerca.

Certo, i “risultati rilevanti” sono veri, ma vanno molto più in profondità. Più che mai, dobbiamo conoscere il pubblico e specificatamente:

  • Chi sono.
  • COSA stanno cercando.
  • QUANDO stanno cercando.
  • PERCHÉ stanno cercando.
  • DOVE stanno cercando.
  • COME stanno cercando.

Questo non è nuovo … è solo più critico nel presente. Siamo stati in grado di ottenere risultati concentrandoci solo su uno o due di questi aspetti. Ora dobbiamo tenerli in considerazione tutti.

Christine Churchill / Presidente e CEO, KeyRelevance

La SEO è la scienza per ottenere visualizzazioni nella pagina di ricerca. Si tratta di un approccio multidisciplinare per aiutare le pagine Web a essere scoperte dagli umani e dai motori di ricerca.

Implica un atto di bilanciamento tra i componenti tecnici (la capacità di trovare problemi relativi al server e al codice che potrebbero bloccare o limitare la scansione dei motori di ricerca e l’inclusione di fattori di posizionamento sulla pagina) e una comprensione approfondita della psicologia della motivazione e del comportamento dell’utente. Ignora l’ottimizzazione delle conversioni a tuo rischio e pericolo.

Catfish Comstock / Direttore SEO, Business OnLine

La SEO sta massimizzando la reperibilità, l’esperienza dell’utente e il coinvolgimento assicurandosi che i contenuti e la messaggistica siano allineati e organizzati in base alla lingua che i potenziali clienti e visitatori utilizzano più comunemente per descrivere i prodotti, le soluzioni, i servizi o le informazioni che offre un sito Web.

Significa sostenere che il tuo sito sia progettato, costruito e mantenuto con le migliori pratiche SEO per garantire che i motori di ricerca non abbiano limiti tecnici con l’indicizzazione o la comprensione dei tuoi contenuti. Ciò include l’utilizzo di costrutti di dati strutturati quando ciò è possibile per garantire la massima portabilità dei tuoi contenuti.

Inoltre, l’ottimizzazione dei motori di ricerca da attenzione alle parole chiave e alle migliori pratiche SEO su altri canali di marketing digitale, inclusi social, a pagamento, display e PR per produrre risultati e vantaggi ottimali.

Anna Crowe / Feature Writer, Journal dei motori di ricerca

Potremmo vivere nell’era dell’intelligenza artificiale nella quale i marketer SEO stanno costruendo siti Web più personalizzati con alcune modifiche a UX e impiegando ore a creare contenuti per RankBrain.

La SEO ci sta fornendo un nuovo concetto: invece di digitare parole chiave su un computer, i consumatori fanno domande. Certo, sembra un’idea piuttosto semplice, ma l’intelligenza artificiale sta rimodellando il modo in cui gli utenti interagiscono con il tuo marchio, non solo con il tuo sito web. E il tuo posizionamento in prima posizione – per non parlare del tuo traffico organico – diventerà ancora più prezioso il metodo adottato.

Dave Davies / CEO, Beanstalk Internet Marketing

Attualmente siamo a una svolta nel settore e nelle strategie che utilizziamo, e ciò rende (quello attuale) uno dei periodi più difficili in cui lavorare.

Molti dei classici elementi SEO hanno ancora molto peso, cose come i link in entrata e le strutture interne, quindi dobbiamo ottimizzare per quelli ma allo stesso tempo l’IA si sta facendo strada nell’algoritmo e con esso una maggiore capacità per Google di comprendere l’intento di un utente e se una pagina soddisfa tale intento permettendogli di fornirlo come risultato indipendentemente da molti di quei segnali classici.

In sostanza, i SEO di oggi (e per il prossimo anno o due) devono ottimizzare per due serie di segnali, quelli che hanno funzionato storicamente e quelli che possiamo vedere funzionare nel prossimo futuro – e lo stesso contenuto e strategia non sono necessariamente ideali per entrambi.

Stoney deGeyter / President, Pole Position Marketing

La SEO è diventato un refrain generale che rappresenta tutto il marketing organico. In effetti, la mia frase preferita è “Web Presence Optimization” perché è proprio quello che facciamo, ottimizzare tutti gli aspetti della presenza sul web di un’azienda.

Pratik Dholakiya / Co-Founder, E2M

Per me oggi la SEO ha due aspetti importanti:

  • Un ramo specifico del marketing in entrata: uno progettato per attirare traffico, attirare l’attenzione e diffondere la tua portata sul web, anche in assenza di motori di ricerca. Ma questi sforzi sono fatti pensando ai motori di ricerca e realizzati in modo tale da massimizzare il tuo potenziale per portare traffico di ricerca organico a lungo termine.
  • SEO tecnico: ovvero la capacità di assicurare che tutti i collegamenti siano aggiornati, eseguire ricerche di parole chiave, impostare reindirizzamenti quando le pagine vengono spostate, correggere errori, utilizzare il markup corretto e così via.

Queste due sfaccettature devono quindi essere integrate in modo tale da migliorare gli sforzi di marketing complessivi del marchio. È un campo molto eccitante e sono felice di farne parte.

Eric Enge / CEO, Stone Temple Consulting

Alcuni aspetti della SEO rimangono gli stessi. Costruire una solida architettura del sito e creare contenuti desiderati dagli utenti. Ma ad oggi c’è molto di più. Ottimizzazione per il negozio Amazon, ottimizzazione per gli assistenti personali digitali (Amazon Echo e Google Home), implementazione di AMP, sviluppo di PWA. Il paesaggio si è notevolmente diversificato e, di conseguenza, la complessità si è ridotta.

Infine, ma non meno importante, anche il processo di attrazione dei link è cambiato: ora si devono creare contenuti e presenze Web che rendano il tuo sito una calamita per i link. Il risultato è che la SEO è più divertente (e di impatto) come mai prima!

Erin Everhart / Senior Manager, Media Strategy & Mobile, The Home Depot

Il SEO del presente non è cambiato rispetto al SEO del passato. Stiamo ancora ottimizzando per i motori di ricerca, ma ora non esiste un solo motore per cui stiamo ottimizzando.

Le persone hanno più opzioni che mai su dove vanno ad iniziare le loro ricerche, sia nel senso tradizionale del sito Web (ad esempio Google, Amazon, Pinterest, Facebook, Next Door, Trivago, Houzz), ma anche in nuovi modi con la ricerca vocale su Siri , Alexa o Google Home. Tatticamente, ovviamente, tutto è diverso, ma è il caso di tutto il marketing: il “come” si evolverà costantemente.

Gianluca Fiorelli / Senior SEO & Inbound Marketing Consultant

La SEO non è così diversa nello spirito rispetto a 5, 10 o 15 anni fa: si tratta sempre di un mezzo attraverso il quale ottenere la maggior visibilità per i propri siti Web o per quelli dei nostri clienti il e sulla base del SEO si possono “catturare” i potenziali clienti nei risultati dei motori di ricerca.

Ciò che è cambiato è che, ora, sembra finalmente chiaro che il nostro lavoro deve essere un perfetto equilibrio tra conoscenza tecnica profonda e competenza di marketing altrettanto profonda.

  • Conoscenze tecniche perché la tecnologia gioca un ruolo enorme nella creazione, ottimizzazione e sfruttamento di ogni opportunità di marketing di ricerca disponibile (ad esempio, AMP, PWA, ricchi risultati, SEO angolare).
  • Competenza di marketing, perché la capacità di definire il nostro pubblico, comprendere il loro comportamento e anticipare i loro bisogni con risposte e soluzioni adeguate è legata direttamente (parole chiave e ricerca topica) e indirettamente (ricerca esperienza utente e metriche degli utenti) per guadagnare la più ampia visibilità SEO .

La SEO oggi è ciò che è sempre stata: assicurarsi che il proprio sito Web sia ben posizionato e converta il traffico.

Ciò che è cambiato di recente, e continua a cambiare in meglio, è che ci stiamo rendendo conto che l’ottimizzazione eccessiva può essere tanto grave quanto l’ottimizzazione insufficiente. Stiamo cercando di rendere i siti più user-friendly piuttosto che concentrarci solo sui motori di ricerca. Questo include la pratica di costruire collegamenti.

Molti dei nostri clienti finalmente comprendono che i link più desiderabili sono quelli che hanno il potenziale per convertirsi a tuo vantaggio e non solo per aiutarti a classificarti.

Michael King / Amministratore delegato, iPullRank

La SEO è un’attività di marketing interfunzionale che fornisce visibilità ai contenuti nel canale di ricerca organico. È la confluenza di sviluppo, contenuti e iniziative di marketing strategiche per guidare il traffico qualificato dai motori di ricerca.

SEO è il calcolo del marketing.

Jeremy Knauff / CEO, Spartan Media

Oggi la SEO, in particolare la creazione di link, riguarda le relazioni perché la classifica richiede collegamenti di qualità provenienti da siti Web autorevoli.

I motori di ricerca sono stati abbastanza efficaci nello scovare link di bassa qualità, a pagamento e generati automaticamente, costringendo i proprietari dei siti a tornare a interagire con altri esseri umani al fine di guadagnare link utili, e questa è una delle cose migliori che accadono nel campo dell’industria da molto tempo.

Casey Markee, fondatore, Media Wyse

La SEO, nella sua forma più semplice, è definita da una sola parola: usabilità. Come revisore di siti professionale, il mio obiettivo volto ad ogni cliente è quello di indagare, valutare e definire l’usabilità di un sito Web per il suo pubblico di destinazione.

  • Il sito pone e risponde a domande che l’utente trova utili?
  • Google considererà questo sito una rappresentazione di alta qualità dell’intera nicchia nel suo insieme?
  • Se Google non esistesse, questo sito sarebbe comunque facile da scoprire, navigare e convertire il suo pubblico di destinazione?

Debra Mastaler / Presidente, Alliance-Link

L’ottimizzazione di una pagina Web riguarda scarsamente l’ottimizzazione di titoli e tag e maggiormente la comprensione dell’intenzione dell’utente. La SEO di base può ancora influenzare le prestazioni del sito Web, ma invece di essere una strategia reattiva, è più probabile che il successo venga raggiunto essendo proattiva.

È davvero differente dal passato? I collegamenti di costruzione sono una perdita di tempo? No e no, la popolarità dei collegamenti e il contenuto in-page sono ancora due dei tre componenti principali utilizzati per determinare il posizionamento delle pagine.

Ma Google ha sostenuto che l’apprendimento automatico sarà presente nel suo futuro e sembra concentrato al 100% sulla crescita di questo segmento dell’algoritmo. In futuro, i professionisti SEO dovranno essere proattivi e investire nell’analisi dei dati e nella comprensione del comportamento di ricerca attraverso una varietà di piattaforme di ricerca e social. In questo modo potranno sviluppare il tipo di contenuto che motiverà e influenzerà il comportamento dell’utente / della ricerca, che a sua volta influenzerà le classifiche e il traffico.

Mentre la comprensione e la conquista degli aspetti nuovi e più tecnici del motore di ricerca di Google saranno fondamentali in futuro, i SEO dovrebbero anche creare programmi di marketing che raggiungano direttamente i clienti. Ridurre la dipendenza da Google e utilizzare le piattaforme multicanale come mezzo per generare traffico e vendite è un marketing intelligente.

Josh McCoy / Lead Digital Marketing Strategist, Vizion Interactive

La SEO è attualmente un approccio senza limiti. Gli esperti di marketing stanno pensando al SEO come a un partner multicanale e non semplicemente come “oh … è SEO”.

Mentre ci concentriamo maggiormente sul percorso del cliente, dobbiamo considerare in che modo i contenuti vengono creati e commercializzati per classificarsi bene per i ricercatori organici che si trovano nella fase di ricerca delle informazioni, molto prima che gli utenti possano essere fidelizzati  in futuro attraverso un canale di traffico alternativo.

Jesse McDonald / Direttore SEO, Geek Powered Studios

La SEO può essere definita come aiuto ad un sito Web al fine di renderlo facilmente reperibile sul web e non solo concentrandosi sulle classifiche nei motori di ricerca. Più che mai, è fondamentale tenere presente l’utente quando si prendono decisioni SEO. Tutto, dal targeting on-page al link building, dovrebbe essere considerato per il loro impatto sui potenziali utenti.

Corey Morris / Vice Presidente Marketing, Voltage

La SEO oggi è per molti versi ancora una disciplina focalizzata e specifica che richiede esperienza e competenza. Tuttavia, è diventato molto più dipendente e integrato con altri canali di marketing digitale, il che è una buona cosa che permette il ridimensionamento di contenuti e risorse. Poiché la maggior parte del marketing è ora digitale, la SEO ha un posto adeguato al tavolo e si posiziona come un driver di traffico organico principale che contribuisce agli obiettivi aziendali finali.

Britney Muller / SEO & Content Architect, Moz

Il SEO si basa sulle vecchie SEO best practice mentre cresce verso nuove altezze relative alla personalizzazione,all’apprendimento automatico e all’autorità delle entità.

Man mano che Google acquisisce più informazioni off-site sulle aziende, i SEO devono pensare di più a ottimizzare un’attività per il successo sia online che offline.

Brock Murray / Co-fondatore, seoplus +

Per me, la SEO si basa sulla continua ricerca di metodi nuovi e all’avanguardia per rimanere nitidi. Devi avere fame di conoscenza, ma una singola persona può solo digerire ed elaborare.

Non bisogna avere paura di investire in questo nuovo strumento di ricerca per parole chiave, strumento di monitoraggio o software per mappe che fornisce le informazioni di cui si ha bisogno per agire.

La SEO cambia così rapidamente, il momento in cui smetti di divorare nuove informazioni è il momento in cui sei obsoleto. Inoltre, non riguarda più solo i motori di ricerca. Riguarda l’ottimizzazione della presenza sul web – l’ottimizzazione su più canali per l’ottenimento del successo online.

Lee Odden / CEO, TopRank Marketing

La SEO è una metodologia che allinea tecnicamente e localmente i contenuti del marchio e il coinvolgimento con l’intento del ricercatore.

Finché è possibile cercare dei contenuti, le sue prestazioni possono essere ottimizzate per contribuire a rendere un’azienda “la migliore risposta” per i clienti, ovunque si trovino.

Beau Pedraza / Senior Digital Marketing Manager, Forthea Interactive

Indipendentemente dall’anno, la SEO va dove le persone vanno mentre cercano e trovano risposte che si applicano al mondo che li circonda.

I “Dieci collegamenti blu” esistono ancora per un sito Web di un brand, ma lo stesso vale per un gran numero di collegamenti di profili social e di terze parti che vengono visualizzati per termini di ricerca con marchio e non. Per non parlare della ricerca vocale e delle frontiere emergenti attraverso nuovi mezzi.

Se un utente finale sceglie di evitare un elenco di siti Web e passa a un sito di recensioni come Houzz, TripAdvisor o ZocDoc, si andranno a semplificare le conversioni di questi risultati organici.

Se un cliente rispondesse a questo sforzo con “Ma quelli non sono lead organici, sono referral!” Vorrei ricordare loro la loro linea di fondo dovrebbe prevedere che se si tocca la ricerca organica e può favorire il tuo marchio, prenderò le conversioni, lead e entrate come posso.

Chuck Price / Founder, SEO misurabile

SEO è tutto nell’esperienza dell’utente. Ciò include sempre più la fornitura di un’esperienza di ricerca vocale positiva.

La creazione di contenuti utili e l’ottenimento di backlink relativi all’argomento rimane la chiave per raggiungere la cima delle SERP.

Bridget Randolph / Consulente freelance

Oggi più che mai, la SEO riguarda la comprensione del cliente ideale e ciò che cercano e, per estensione, l’identificazione e la definizione di segnali di pertinenza chiave in relazione a quel cliente ideale. Man mano che la ricerca diventa sempre più personalizzata, ci stiamo trovando a ottimizzare per un cliente, oltre a ottimizzare gli algoritmi.

Questo maggiore allineamento tra gli obiettivi dichiarati di Google e i risultati del mondo reale è un cambiamento emozionante, soprattutto per quelli di noi con un vivo interesse per il comportamento umano.

Detto questo, apprezzo anche i modi in cui i principi della SEO sono rimasti così stabili mentre la tecnologia e le tattiche proseguono e si sviluppano ad un ritmo vertiginoso. Alla fine, stiamo ancora cercando di:

  • Assicurarci che Google possa accedere ai nostri contenuti.
  • Che sappia di cosa si tratta.
  • Che altre persone lo riferiscano come tale.

E non mi aspetto che cambi in modo significativo tale approccio.

Adam Riemer / CEO, Adam Riemer Marketing

La SEO oggi è la stessa del passato, ma con alcuni progressi nel codice, dispositivi per cui ottimizzare e alcuni piccoli tag alternativi. È necessario fornire soluzioni, un’ottima esperienza utente e attrarre collegamenti.

Se hai aggiornato codice, contenuto e UX, hai già visto che l’unica cosa che è cambiata è il modo in cui viene offerta questa esperienza verso diversi dispositivi, tramite robot e comandi vocali.

Dave Rohrer / Founder, NorthSide Metrics

Se dovessi pensare al tuo piano di marketing globale come a un allenamento, la SEO sarebbe uno degli esercizi che dovresti effettuare ogni giorno. Da solo, può renderti più forte, ma quando è legato ad altri esercizi (ad es. Tattiche e strategie) il SEO ha un impatto ancora maggiore.

Ora, più che mai, il SEO dovrebbe essere pensato come un esercizio quotidiano che devi compiere, non solo a quella “cosa” a cui pensi per alcuni giorni o settimane.

Eli Schwartz / Direttore marketing, SurveyMonkey

La SEO è il processo utile a far aumentare il traffico organico creando contenuti e ottimizzando le pagine Web che corrispondono a ciò che gli utenti dei motori di ricerca stanno cercando. Gli algoritmi dei motori di ricerca sono più vicini che mai a imitare una comprensione umana dell’intenzione della query basata sull’intelligenza artificiale; pertanto l’attenzione di tutti gli aspetti della SEO deve essere orientata verso gli utenti, con particolare attenzione alla pertinenza, alla qualità e al coinvolgimento.

Chris Sherman / Partner & VP, Third Door Media

SEO significa esattamente ciò che significava nel 1997, nel momento in cui ho iniziato a scriverne. Facilità di espressione: creazione di contenuti validi, leggibili, che le persone si sentono in dovere di condividere (una definizione altrettanto calzante ora per coloro che desiderano risposte complicate come 20 anni fa).

Naturalmente, oggi ci sono sfumature meccaniche aggiuntive e più ambiti che devono essere affrontati. Ma questi possono essere gestiti da tecnici competenti non si tratta di nessuna magia ma solo di conoscenza pratica e abilità di un giornalista applicate per assicurarsi che tutto sia conforme all’attuale serie di “regole”.

Un paragone adatto è quello dell’informatica. I più brillanti informatici sono maestri di algoritmi, ma non necessariamente grandi programmatori. I grandi programmatori possono creare app killer, ma non senza algoritmi di prim’ordine da utilizzare come progetti.

Non dimenticherò mai una visita agli inizi del 2001 su Google quando il mio ospite disse: “Oh, non lasciamo più toccare Larry e Sergey al codice. Troppo pericoloso. ”Ho detto abbastanza, penso.

Concedi Simmons / VP di Search Marketing, Homes.com

Dalla velocità e disponibilità del sito al contesto e alla soddisfazione dell’utente, la SEO è una disciplina incentrata sull’utente che richiede una comprensione ed una padronanza di quanto segue:

  • Del come (metodologia e dispositivo) del dove (posizione) l’utente sta cercando.
  • Del perché l’utente sta cercando qualcosa (significato e contesto della query) e come soddisfare al meglio quella ragione (contenuto e mezzo).
  • Qual è l’esperienza utente ottimale che soddisfa o supera le aspettative dell’utente.
  • Come soddisfare completamente la domanda dell’utente in modo che fornisca segnali di soddisfazione attraverso l’impegno della SERP e / o metodi social e basati su link.

Tutto questo in un equilibrio idealmente perfetto con sviluppatori, product folk, designer e stakeholder!

Bill Slawski / Direttore della ricerca SEO, Go Fish Digital

Molti cambiamenti si sono susseguiti sulla SEO negli ultimi anni.

Ad esempio, l’uso di dati strutturati su siti Web e sitemap XML mostra che i motori di ricerca stanno cercando contenuti leggibili automaticamente per generare risultati di ricerca.

I SEO sono in grado di accedere a molte più informazioni di quante ne potessimo mai fare direttamente da Google utilizzando Google Search Console (come la facilità di contenuto mobile e la convalida dei dati strutturati) e strumenti come l’assistente automatico nell’app mobile di Google Analytics, che fornisce informazioni di apprendimento sui dati di analisi di Google.

Sembra che il PageRank sia ancora un importante fattore di ranking di Google, ma ci è stato detto che Google sta usando un approccio di machine learning chiamato RankBrain. Il focus di questo approccio RankBrain è quello di aiutare il motore di ricerca a comprendere meglio il significato delle query e fornire risposte che (ancora oggi) si concentrano sulla soddisfazione delle esigenze situazionali e informative dei ricercatori.

Ci è stato detto dagli ingegneri di ricerca, come Paul Haahr, di più su come funziona Google, che ora prevede il riconoscimento di un’entità se questa rientra nella query di un ricercatore.

Gran parte di ciò che faccio nell’ottimizzazione di un sito implica la ricerca di modi per migliorare il suo funzionamento in termini di velocità del sito ed esperienza dell’utente e l’applicazione di markup di impaginazione, elementi di collegamento canonico e architettura del sito; inoltre lavoro per migliorare la probabilità che un ricercatore faccia clic su un collegamento a quella pagina da risultati di ricerca coinvolgenti e persuasivi.

Come ci è stato detto dalla guida del rater di Google, vorremmo idealmente concentrarci sulla costruzione di siti che i valutatori potrebbero considerare coinvolgenti, per cui:competenza, autorevolezza, affidabilità, sono indispensabili.

Un recente brevetto di Google ci ha comunicato che potrebbero essere esaminati i risultati di ricerca per valutare l’autorevolezza delle pagine nei risultati di ricerca e se le pagine all’interno di tali risultati non soddisfano una soglia specifica di autorevolezza, Google può eseguire una ricerca su una query correlata per trovare altri risultati di ricerca autorevoli, che potrebbero quindi essere integrati nei risultati di ricerca per quella query iniziale.

L’autorevolezza è una metrica importante per il SEO di questi tempi e se leggi quella guida di Google Rater, accumulerai molta più consapevolezza invece di puntare su un numero alto di backlink.

Aleyda Solis / International SEO Consultant, Orainti

La SEO è il processo per massimizzare la visibilità organica della ricerca di un sito per connettersi con i suoi potenziali utenti e clienti durante il loro viaggio di ricerca.

Shari Thurow / Fondatore e direttore SEO, Omni Marketing Interactive

SEO sta ottimizzando i documenti digitali per le persone che utilizzano i motori di ricerca. La SEO implica la comunicazione della “vicinanza” in un contesto specifico che interessa sia gli utenti umani che la tecnologia.

Le persone trovano e scoprono il contenuto desiderato sfogliando, cercando e chiedendo. Pertanto, SEO è sicuramente una parte dell’esperienza utente (UX). Nella User Experience Honeycomb di Peter Morville, il SEO rientra nella sfaccettatura di Findable.

La SEO non ha mai riguardato solo le classifiche.

Bas van den Beld / Fondatore, Parla con persuasione

SEO è un’azienda matura. Il tuo sito Web deve essere pronto su molti livelli.

“Basta fare la SEO” non è più sufficiente. Devi capire chi stai prendendo di mira. Devi essere pronto per dispositivi mobili e sicurezza.

Ma soprattutto: la SEO è ovunque. Ciò significa che dovrebbe essere sulla scrivania di un manager in modo che lui o lei si assicurino che tutti siano consapevoli della necessità di fare buona SEO.

Jennifer van Iderstyne / Senior Strategist, Overit

SEO comprende tutti gli aspetti di come si profila un’azienda in relazione alla presentazione di informazioni e dinanzi alla ricerca online.

La SEO attuale riguarda la comprensione e la risposta di tutti gli aspetti inerenti i risultati della ricerca, e di come questi vengono cercati, visualizzati e si presentano sul web. Implica l’analisi di come le persone cercano, cosa cercano e cosa trovano. Ma anche seguendo la scienza dietro il modo in cui i motori di ricerca scansionano, percepiscono e assegnano autorità e pertinenza a siti Web e pagine.

La SEO, in un panorama tecnologico in continua evoluzione, indica un processo continuo di reinventare il modo in cui vediamo la ricerca e ciò che possiamo imparare da essa. Non è solo osservazione delle classifiche che rappresentano un fine, ma va vista anche come un mezzo che permette di studiare il come i motori di ricerca usano i nostri contenuti per servire i loro utenti.

Significa espandere la nostra definizione di cosa sia la ricerca. È il canale che la maggior parte delle persone usa per iniziare un’esplorazione di beni, servizi e informazioni. Ma non è solo attraverso i motori di ricerca come li conosciamo che si dipana la ricerca, quest’ultima sta avvenendo su piattaforme social e all’interno di siti Web.

I dati di ricerca sono una visione del cuore del comportamento umano. Queste informazioni, abbinate ad altre forme di business intelligence, possono essere utilizzate per definire le strategie di marketing complessive.

Frank Watson , CEO, Kangamurra Media

Il SEO, come il modo in cui utilizziamo Internet, è cambiato. I dispositivi mobili, la ricerca vocale e la ricerca collegata alla posizione sono molto più presenti rispetto a un paio d’anni fa.

Comprendere che oltre all’influenza dello schema e la spinta di Google per l’uso degli HTTP sono le aree principali che i SEO devono padroneggiare per acquisire presenza nelle SERP.

Mindy Weinstein / Fondatore e CEO, Market MindShift

SEO è molto più che cercare di ottenere collegamenti e creare contenuti. Come SEO, devi pensare all’intera presenza sul web:

  • Sei citato, in primo piano o intervistato su siti Web affidabili o pubblicazioni online?
  • Le persone condividono i tuoi contenuti e parlano di te?

Queste sono alcune delle cose che rendono una campagna SEO più naturale. Ciò che non è cambiato è la necessità di un sito Web ottimizzato per la ricerca (adeguatamente ottimizzato) e privo di errori tecnici.

Amelia Wilson / Content Marketing Manager, HostGator

All’inizio, il SEO si occupava principalmente di servire Google. Quindi, si è trattato di aiutato Google, attraverso l’utenza.

Ora, occorre pensare prima all’utente in tutto ciò che si fa, dalla velocità del sito alla qualità dei contenuti. Se stai rendendo felici gli utenti, Google è abbastanza intelligente da notare questo e ti ricompenserà nelle classifiche.

In passato si trattava di un gioco del sistema. Ora, SEO è per lo più un buon marketing con un pizzico di magia in più.

Rob Woods / Consulente SEO, Riseform Marketing digitale

La SEO oggi è difficile da definire perché è intrecciata con così tante altre tecniche di marketing. Sono finiti i giorni in cui gran parte di ciò che si faceva per la SEO era esclusivamente per la SEO (costruzione di link, contenuti altamente ottimizzati, contenuti solo per i motori di ricerca, ecc.).

Oggi direi che la SEO è la pratica di rendere il tuo sito il più tecnicamente valido possibile, secondo le linee guida dei motori di ricerca, rendendo i tuoi contenuti la migliore risposta / risorsa possibile per le esigenze di un particolare utente.

La tecnica SEO sta diventando sempre più complessa essendoci dati mobili, semantici e velocità della pagina sovrapposti a problemi sul sito più tradizionali. Allo stesso tempo, i motori di ricerca sono diventati, e continueranno ad essere, più in sintonia con la comprensione reale delle esigenze di un ricercatore e la restituzione della risposta più utile, piuttosto che la migliore ottimizzata, più collegata alla pagina.

Tony Wright / CEO e fondatore, WrightIMC

Potrebbe essere più facile dire cosa non è SEO. Non è magico. Non è proprietario. Non è una tattica autonoma. E non è facile.

La nostra agenzia ha dovuto consultare così tante aree di business, visto che la ricerca tocca tutte quelle aree. Quando vediamo qualcosa che non va, il cliente si aspetta che abbiamo delle risposte, anche se è ben oltre la mansione di ciò che siamo stati assunti per fare.

Certo, gli aspetti tecnici e pubblicitari sono ancora lì, ma devono essere in grado di parlare di reclutamento, le vendite, la contabilità, la sicurezza ed il servizio clienti, solo per citarne alcuni.

SEO per me è la nuova consulenza aziendale. Lunga vita al SEO.

Wells Yu / Analista SEO, Williams-Sonoma

SEO, oggi, significa ciò che ha sempre significato: creare un sito Web che può essere adeguatamente compreso da un motore di ricerca. La cosa che cambia ogni anno, tuttavia, è come lo facciamo. Questo è il motivo per cui è importante capire che la nuova tecnologia creata in questo mondo cambierà il nostro settore.

Comprendere il comportamento degli utenti – e come creare una fantastica esperienza sul sito Web per quegli utenti – risolverà la maggior parte, se non tutti, i tuoi problemi relativi alla SEO.

Fatti sentire